domenica 19 marzo 2017

Caricamento...



      1. Lillo Taverna ha condiviso il post di Maria Pia Calapà.
        6 min



        Maria Pia Calapà ha condiviso il tuo post nel gruppo: Amici a cui piace FIORI Spontanei.
        1 h
        l'annuncio della primavera a Baccarecce (Pescorocchiano. Rieti) Sullo sfondo neve al sole sulle cime dei monti del Velino e della Duchessa; lembi di paradiso sul neghittoso lago del Salto
        .LILLO TAVERNA.

        Mi piace
        Commenta
        Commenti


        Lillo Taverna ha condiviso il post di Ombretta Buzzi.
        12 min



        Ombretta Buzzi
        18 min
        E comunque volevo avvisare che la buona educazione me l'hanno insegnata i miei familiari. E che anche sui social mi ritengo persona corretta. Pochissimi hanno il diritto di "riprendermi". Se lascio correre è per saggezza e per quieto vivere ma sinceramente la pazienza non è infinita.

        Mi piace
        Commenta
        Commenti


        Lillo Taverna ha condiviso un ricordo.
        4 h


        venerdì 18 marzo 2016

        Ma i terribili sanguinari fatti di Riesi dell'Ottobre del 1919 in che panorama storico e politico sono daco coonestare?
        ...
        Ma i terribili sanguinari fatti di Riesi dell'Ottobre del 1919 in che panorama storico e politico sono daco coonestare? Non abbiamo molto. Personalmente non vado oltre quello che ci raffigura un valente storico, Salvatore Lupo nella ponderata storia della Sicilia dell'Einaudi (Storia d'Italia . LE REGIONI - dall'Unità ad oggi - LA SICILIA - Einaudi 1987. pag. 382 e ss.).
        " Non a caso i politici cui i combattenti legarono le proprie sorti non furono tanto i 'vecchi' notabili, come denunciato da tanta pubblicistica d'ispirazione moraleggiante, quanto uomini emersi tra il 1913 e il 1919, cioè nella crisi del sistema liberal giolittiano: quali Abisso ed Ernesto Vassallo sul versante radicale, La Bella , Di Giorgi, Pennavaria su quello nazional-fascista. Trascurando per ora questo secondo filone, è chiaro che le nuove strutture clientelari legate ai leaders combattentistici mantennero una loro fisionomia solo laddove la lotta per la terra lasciava un più solido retaggio organizzativo, sull'asse Agrigento-Caltanissetta. Altrove furono i nuclei demoliberali più forti ad inglobare le frazioni maggioritarie del movimento: Orlando a Palermo, di Cesarò a Messina, Giuffrida a Catania.
        " Radicali e socialriformisti si palesavano dunque come i gruppi più adatti ad interpretare la particolare spinta al rinnovamento del dopoguerra isolano. e infatti furono essi ad uscire vincenti dalle elezioni del '19 e del '21. Modesta si configurò l'affermazione dei popolari se si esclude la zona di Caltanissetta, dove si ebbe una felice convergenza tra i settori del cattolicesimo militante e il radicalismo massonico di Ernesto Vassallo"
        Altro...


        Mi piace
        Commenta
        Commenti


        Lillo Taverna ha condiviso un ricordo.
        20 h


        Pasqualino-Vassallo, Rosario
        Enciclopedie on line
        Pasqualino-Vassallo, Rosario. - Uomo politico (Riesi, Caltanissetta, 1861 - Roma 1950); radicale, diresse per... qualche tempo La Democrazia di Catania. Deputato (1904-29), sottosegretario di Grazia e Giustizia (1916-19), e ministro delle Poste (1920-21), fu oppositore del fascismo dopo il 1924.

        D'Antòni, Sergio
        D'Antòni, Sergio. - Sindacalista e uomo politico italiano (n. Caltanissetta 1946). Laureatosi in giurisprudenza, nel 1972 divenne segretario della FIM-CISL di Palermo. Segretario regionale per la Sicilia (1977-82) e per la Puglia (1982-83), nel 1983 entrò nella direzione nazionale della CISL, e nel 1991 fu eletto segretario generale. Durante gli anni della sua direzione la strategia sindacale della CISL puntò a valorizzare la concertazione sia a livello nazionale sia a livello locale e aziendale, trovandosi su questo terreno non sempre in accordo con le altre componenti sindacali
        Colónna di Cesarò, Giovanni Antonio
        Colónna di Cesarò, Giovanni Antonio. - Uomo politico italiano (Roma 1878 - ivi 1940), deputato (1909-24), di tendenze antigiolittiane, iscritto al partito radicale e poi alla democrazia sociale, interventista nel 1914. Ministro delle Poste per pochi giorni con Facta (26 febbraio-2 marzo 1922), tornò a quel dicastero con Mussolini (ott. 1922-febbr. 1924), ma passò poi all'opposizione. Scrittore politico (L'Italia d'oggi: le Colonie, 1915), fondò e diresse (1908) La rassegna contemporanea.
        Guevara, Ernesto
        Guevara, Ernesto (detto el Che ‹... čé›). - Rivoluzionario, teorico e uomo politico (Rosario, Argentina, 1928 - Camiri, Bolivia, 1967); laureatosi in medicina, visse per qualche tempo in Messico, dove entrò in contatto con F. Castro, e aderì al suo programma politico. Dopo la vittoria del movimento castrista, fu, dal 1959 al 1960, presidente della Banca nazionale cubana, e dal febbraio 1961 ministro dell'Industria. All'inizio del 1965 rinunciò alla cittadinanza cubana e a tutti gli incarichi che aveva a Cuba, per poter dedicare tutte le sue energie, come scrisse in una lettera di congedo a F
        Egesippo Cròbilo
        Egesippo Cròbilo (gr. ῾Ηγήσιππος Κρωβύλος). - Uomo politico ateniese (sec. 4º a. C.), uno dei capi della democrazia radicale tra il 365 e il 325 a. C.; noto soprattutto per essere stato oppositore violentissimo di Filippo II di Macedonia. È creduta di E. l'orazione de Halonneso, 7a delle demosteniche, riferentesi alle trattative per la revisione della pace di Filocrate (346).
        Altro...


        Mi piace
        Commenta
        Commenti


        Lillo Taverna ha aggiunto 5 nuove foto.
        20 h


        Pessimo fotografo, per giunta senza i/pad, scendo dal maniero avito di mia moglie a Baccarecce di Pescopagano e cerco di ritrarre questi vezzosi e radi fiori che mi dicono PRIMULE: Mi perdoni la Natura ed ecco i fiori che non colsi.

        Mi piace
        Commenta
        Commenti

        Maria Pia Calapà Nome comune: Primula.
        Genere: Primula....Altro...


        Maria Pia Calapà USO IN CUCINA

        In cucina i fiori essiccati della primula forniscono un tè dall'aroma molto fragrante e privo di sostanze eccitanti e si possono fare dei candidi molto gustosi....Altro...


        Mi piace
        Commenta
        Commenti
        Lillo Taverna Prisca architettura del Cicolano; un fiore che mi dicon Primula, preannuncia la Primavera nelle rudi scarpate sul Lago del Salto a Baccarecce (fraz. di Pescorocchiano). Tra breve alle urne; cospirazioni da carbonari, morti che risorgono, donne di mezza età che aspirano. Oggi avvilito dai sussurri politici che non pare annuncino una novella primavera nel melamconico appassire della vita sociale di questa mia prescelta ultima dimora.
      Posta un commento